Skip Navigation Links
CHI SIAMO
CERCA
Modellismo aereo .Expand Modellismo aereo        .
Modellismo militare Expand Modellismo militare
Modellismo navale Expand Modellismo navale
Modellismo auto e veicoli civiliExpand Modellismo auto e veicoli civili
Attrezzi, colori, accessoriExpand Attrezzi, colori, accessori
LIBRI
CONDIZIONI DI VENDITA
CONTATTI
LINKS VARI
OFFERTE
CARRELLO
Registrazione / login
Novità
I VOSTRI MODELLI ON LINEExpand I VOSTRI MODELLI ON LINE
HOME PAGE
 
Skip Navigation Links
Il modellismo
Le origini del modellismo
Il modellismo statico
Modellismo in plastica

IL MODELLISMO PLASTICO O PLASTI-MODELLISMO


  Il modellismo plastico ha una correlazione stretta con il materiale impiegato per la costruzione dei kit. La plastica può essere sagomata in molti modi e di dimensioni diverse. Con la plastica possono essere costruiti modelli di aerei, automodelli, carri armati, navi stoiche e moderne, motociclette, soldati. Con il materiale plastico può essere raggiunto il modello in scala ridotta il più vicino alla realtà. La nascita della plastica risale all’ ultimo dopoguerra. La nascita dei modelli in plastica risale invece agli anni cinquanta. I primi modelli in plastica erano molto imprecisi. Con il passare degli anni ci si è perfezionati fino a raggiungere la perfezione in plastica. Oggi si possono realizzare riproduzioni molto precise di aerei, moto, carri armati, navi. La plastica consente di riprodurre tutto, ogni pezzo nei più minimi particolari. Oggi quasi tutti i produttori di modelli in plastica usano il poliestere. Il poliestere non dà problemi al taglio, alla carteggiatura, all’ applicazione dello stucco. I modelli di plastica sono prodotti con una plastica, il poliestere, che, riscaldata intorno ai 100°-120° diventa fluida e permette lo stampaggio sotto pressione all’ interno di uno stampo di acciaio in cui sono state ricavate meccanicamente delle figure, il poliestere, spinto dalla pressione esercitata dalla vite senza fine della pressa, s’infila nei canali dello stampo riempendo le figure, quando lo stampo si apre, la stampata viene staccata da degli estrattori che le fanno cadere o permettono di essere presa dalle mani dell’operatore.
Tutte le varie parti del modello sono attaccate a una specie di griglia chiamata materozza che permette ai vari particolari di non essere dispersi nella confezione, nella maggioranza dei casi sulla materozza sono anche messi dei numeri accanto ai particolari che permettono al modellista di individuarli sulle istruzioni di montaggio. La precisione che si ha attualmente nei particolari dei modelli si è ottenuta nel tempo con l’evolversi della tecnologia di produzione degli stampi, inizialmente la lavorazione era solo con frese e pantografi a comando numerico cioè tramite computer si incidono gli stampi producendo delle figure con precisione millesimale.

CATALOGO PDF




Numero di visite del sito: [2257105]

Informativa Cookie

P.IVA 09807070017